La colonna avanza nella notte mentre la neve continua a scendere impastando la strada e riducendo la visibilità.
Dopo circa un'ora il capitano Otto ordina di fermarsi per fare il punto della situazione e curare i feriti.
Il dottor Werner si mette all’opera affiancato da Nagi, uno dei soldati ungheresi, Takash, viene mandato a controllare la strada.
Chi può dorme per qualche ora.
Nel freddo della notte si sentono alcuni ululati rincorrersi tra le vallate.
Klaus, il pilota, si avvicina al capitano.
“Quando la colonna è passata da qui all’andata, ho sentito che il gruppo di ricognizione ha controllato Sinaia dichiarandola sicura, inoltre dovrebbe esserci un ponte che porta al paese”.
Il capitano prende la sua mappa e osserva la zona.
“Vale il tentativo” conclude.
Marcus osserva i boschi immersi nel buio con il suo unico occhio, si sistema la benda che copre l'altra orbita vuota.
Un brivido gli fa rizzare i capelli della nuca, percepisce qualcosa in agguato.
Torna dentro il camion e si posa le cuffie della radio sulle orecchie.
Solo scariche elettrostatiche.

6 - LUPI NELLA NOTTE

La colonna avanza nella notte mentre la neve continua a scendere impastando la strada e riducendo la visibilità.
Dopo circa un'ora il capitano Otto ordina di fermarsi per fare il punto della situazione e curare i feriti.
Il dottor Werner si mette all’opera affiancato da Nagi, uno dei soldati ungheresi, Takash, viene mandato a controllare la strada.
Chi può dorme per qualche ora.
Nel freddo della notte si sentono alcuni ululati rincorrersi tra le vallate.
Klaus, il pilota, si avvicina al capitano.
“Quando la colonna è passata da qui all’andata, ho sentito che il gruppo di ricognizione ha controllato Sinaia dichiarandola sicura, inoltre dovrebbe esserci un ponte che porta al paese”.
Il capitano prende la sua mappa e osserva la zona.
“Vale il tentativo” conclude.
Marcus osserva i boschi immersi nel buio con il suo unico occhio, si sistema la benda che copre l'altra orbita vuota.
Un brivido gli fa rizzare i capelli della nuca, percepisce qualcosa in agguato.
Torna dentro il camion e si posa le cuffie della radio sulle orecchie.
Solo scariche elettrostatiche.

10 commenti:

Mr. Mist ha detto...

Questo post molto suggestivo mi ha fatto tornare in mente una filastrocca su Games of throne che ho letto di sfuggita qualche mese fa e che finisce più o meno così (se la memoria e l'ingelse non mi tradiscono): "... when winter hits with all of his might / only the wolves shall howl in the night!".

Tra parentesi scopriamo che il marconista ha perso un occhio, è una bella caratterizzazione!

andrea ha detto...

Le sensazioni dei PG sono sempre foriere di brutte disavventure... leggeremo domani che succede!

PS: quel che è sicuro all'andata, non è detto che lo sia al ritorno!

Nicholas ha detto...

Eh si, il marconista è senza un occhio, ciò ha destato curiosità anche negli altri pg.

Ale ha detto...

Immagino che sarà stata curiosità di tutti scoprire come l'ha perso. Immagino anche che salterà fuori più avanti nel resoconto... :)

Matteo Giannangeli ha detto...

Un typo: "Klaus, il pilota, si avvicina la capitano."

Ale ha detto...

Welcome Matteo! :)
Typo fixed per conto di Nicholas

Nicholas ha detto...

Non dargli corda Ale se no non va più via.
Cmq non è più possibile modificare i post?

Ale ha detto...

:D :D
Sì sì, i post li possiamo modificare a posteriori tu come autore ed io come admin.

Matteo Giannangeli ha detto...

Grazie del benvenuto.
E' sempre un piacere mettere in piazza gli errori di Nicholas :)

Nicholas ha detto...

Tipo averti tra gli amici -.-"