giovedì 15 giugno 2017

112 - SENZA DIFESA

Heinz e Pecsi raggiungono l'altro lato del ponte e si tirano su nascondendosi dietro uno dei piloni.
Pecsi osserva la zona, Heinz monta la MG-42 sul suo treppiede.
Vede il primo camion avanzare senza essere colpito mentre i colpi si concentrano sul secondo camion.
Prende di mira il gruppetto di nemici e spara.
Il percussore non scatta.
Merda!
 Apre veloce il meccanismo.
Il percussore è stato rimosso con perizia.
È un lavoro di almeno un ora. Chi è rimasto un’ora solo con la mitragliatrice?
Si sforza di pensare mentre un rivolo di sudore gelido gli scende lungo la schiena.
Un’esplosione lo fa voltare di colpo.

4 commenti:

Mr. Mist ha detto...

Sempre a metà caspita, sarà mica esplosa la granata di Otto, oppure il camion è stato centrato nel serbatoio?
Io comunque credo che gli unghersi siano per ora dalla parte dei tedeschi, forse non tutti, e molto probabilmente se messi di fronte ad una scelta abbandoneranno i membri della "razza padrona" alloro destino senza troppi rimorsi.

Nicholas ha detto...

Questa scena è stata molto figa, anche perchè Heinz ha subito capito che la mitragliatrice era stata sabotata di notte da qualcuno che faceva il turno di guardia, solo che era stata giocata una sessione prima.
E quindi il giocatore si è spremuto le meningi per ricordarsi l'ordine dei turni e stornare i sospetti.

Mr. Mist ha detto...

Eh sì mi ricordo che Heinz era quello che annotava tutto in modo molto preciso, mi aspetto che riesca a scoprire chi è stato a sabotare la mitragliatrice.

andrea ha detto...

Cavolo, fantastico!